Viaggio in Puglia, in Salento tra agricoltura e natura

Quattro giorni alla scoperta del Salento, la sub-regione più a est d’Italia, distesa di terra rossa e ulivi millenari, di muretti a secco, di masserie, di “pajare” e “furnieddrhi”, veri e propri capolavori di un’edilizia rurale tramandata da generazioni. Terra tra i due mari, lo Ionio e l’Adriatico, che si incontrano nel tacco, giù nel Finibus Terrae, là dove la terra finisce. Un percorso che si snoda tra la costa protetta dell’Oasi WWF, l’antica città di Lecce, con il suo fascino barocco, e la Grècia Salentina, isola culturale e linguistica di antiche colonie greche. Non mancheranno gli incontri con le piccole realtà locali e i laboratori pratici, momenti in cui capire a fondo questa antica comunità contadina.

La quota comprende
  • Compensi di intermediazione
  • Tutti i pernottamenti con colazione
  • Gratuità docenti come da tabella
  • Trasporto con autobus privato con autista per il 1° e il 2° giorno
  • 2 biglietti orari linee trasporto pubblico Lecce
  • I pranzi del 1°, 2°, 3° giorno
  • Visita all’azienda agricola biologica di Vernole laboratorio di caseificazione
  • Visita al laboratorio urbano di Zollino, al Parco delle Pozzelle e laboratorio di pastificazione
  • Raccolta delle erbe e laboratorio “erbe da bere”
  • Ingresso e visita didattica all’Oasi WWF Riserve delle Cesine
  • Visita guidata al centro storico di Lecce
  • Diritti di agenzia
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance
  • Copertura spese e compenso del referente locale per 4 giorni di affiancamento

quota individuale per gruppi:

più di 40 studenti = €325 + gratuità n.3 docenti

più di 30 studenti= €350 + gratuità n.2 docenti

più di 20 studenti= €380 + gratuità n.2 docenti

 

La quota non comprende
  • Viaggio A/R per Lecce
  • Tasse di soggiorno dove previste
  • Tutte le cene
  • Assicurazione annullamento acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

1° giorno

Arrivo in mattinata alla stazione di Lecce, incontro con la referente locale e trasferimento con pullman GT privato verso la costa adriatica, alla riserva naturale Oasi WWF de “Le Cesine”, che si estende per 348 ettari e rappresenta l’ultimo tratto di paludi costiere che un tempo caratterizzavano la costa salentina. L’area si compone di diversi habitat che la rendono un notevole scrigno di biodiversità: stagni temporanei, boschi a pino d’Aleppo, boschi di leccio, gariga e paludi costiere.

Escursione negli angoli più importanti di questo luogo, per osservarne e conoscerne gli aspetti più nascosti e suggestivi. Si visita il bosco, la macchia mediterranea arbustiva, le paludi costiere, apprezzandone forme, colori, odori, evidenziandone interazioni e suggerendo metodi di comportamento per l’individuazione e l’eventuale osservazione degli animali.

Pranzo in una masseria didattica biologica.

Nel pomeriggio, laboratorio di caseificazione della Giuncata.

Si tratta di un formaggio fresco a pasta molle dalla consistenza morbida e spalmabile, uno dei formaggi più antichi della tradizione pugliese, già dal Medioevo le famiglie pugliesi lo utilizzavano per la colazione, perché era un alimento molto nutritivo in grado di fornire l’energia giusta per affrontare con vigore la giornata lavorativa. Il nome della giuncata pugliese deriva dal materiale in cui la cagliata veniva lasciata a riposare, ovvero il giunco naturale.

Visita ai fienili e alle stalle. Osservazione delle vacche da latte, delle pecore, delle capre e dei loro piccoli per imparare a conoscere le loro abitudini, a rispettarli e ad interagire con loro.

Nel pomeriggio rientro a Lecce, check-in in ostello, cena libera e pernottamento.

2° giorno
Dopo colazione, spostamento in pullman GT privato verso Zollino, piccolo centro dell’entroterra, facente parte della Grecìa Salentina, un’area di minoranza linguistica ellenofona formata da nove comuni in cui si parla ancora, per l’appunto, il “grico”.

Incontro con i ragazzi di un’associazione che lavora sui temi dell’ecologia, della valorizzazione del patrimonio agroalimentare, del recupero delle antiche varietà locali e promozione/animazione territoriale e visita del loro laboratorio urbano, un ex mercato coperto recuperato e messo a disposizione della comunità locale.

Laboratorio di pastificazione delle tipiche sagne ‘ncannulate, piatto principe della domenica salentina.

Il termine “‘ncannulate” vuol dire “attorcigliate” e sta ad indicare il metodo attraverso il quale viene preparata questa fantastica pasta fresca. Realizzate con farina di semola di grano duro, le sagne sono nate per rendere omaggio a San Giuseppe. Anche in questo caso, infatti, sembrerebbe che la loro particolare forma stia a ricordare i trucioli di legno delle botteghe dei falegnami, in onore del santo protettore.

Pranzo autoprodotto.

A seguire, visita guidata al Parco delle Pozzelle, alla scoperta dell’identità locale e del patrimonio culturale e ambientale di questo piccolo paesino dalla genesi incerta…

Nel tardo pomeriggio, ritorno in ostello.

Cena libera e pernottamento.

3° giorno
Dopo colazione, istruiti dalla sapienza dei ragazzi di Campagna Mita, sempre a Lecce, passeggiata di raccolta e conoscenza delle erbe spontanee tipiche della macchia mediterranea. A seguire, laboratorio di “erbe da bere” in cui, accompagnati dalle esperte mani di questa giovane coppia che ha fatto del wild foraging il loro stile di vita e il loro lavoro, creeremo un cocktail gustosissimo e dal sapore unico.

Pranzo al sacco da consumare all’ombra degli alberi o sul prato.

Nel pomeriggio, rientro in città e visita guidata del centro storico di Lecce, capoluogo di provincia dalle antiche origini messapiche. I resti archeologici di questa popolazione e quelli successivi della dominazione romana la inseriscono tra le città d’arte d’Italia, tanto da essere denominata la “Signora del Barocco”. La città, infatti, si distingue per la ricchezza e l’esuberanza del barocco tipicamente seicentesco delle chiese e dei palazzi del centro, costruiti nella locale pietra leccese, calcare molto adatto alla lavorazione con lo scalpello. Lo sviluppo architettonico e l’arricchimento decorativo delle facciate furono particolarmente curati durante il Regno di Napoli e caratterizza la città in modo talmente originale da dar luogo alla definizione di barocco leccese.

Cena libera e pernottamento.

4° giorno
Colazione e trasferimento in stazione a Lecce, saluti e partenza.

Date e eventuali variazioni sul programma possono essere concordate con l’agenzia.
Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base alle esigenze della scuola. Il pacchetto è rimodulabile su più o meno giorni.

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari.

(L’agenzia non si assume la responsabilità qualora si verifichino problematiche relative ad allergie o intolleranze alimentari non dichiarate)

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà 

Il viaggio non presenta difficoltà e le escursioni sono di livello turistico, adatte anche a bambini, adulti fuori allenamento ed anziani in buono stato di salute.

Il presente programma presenta barriere architettoniche e limitazioni nel trasporto pertanto non adatto a persone con difficoltà motorie.

 

Quando

Da ottobre 2023 – a giugno 2024

Salento, Puglia, Italia

Chiedi disponibilità

Per qualsiasi informazione puoi chiamare i numeri
+39 06 8530 1758 | +39 335 464 918
oppure compila il modulo sottostante e ti contatteremo al più presto.

Ti potrebbero interessare anche