Basilicata Coast to Coast – Capodanno 2024

Un viaggio originale, in luoghi freschi e con tante attività fra natura e cultura!

Quando Carlo Levi, durante il suo viaggio forzato che lo condusse all’esilio ad Aliano, vide per la prima volta i Monti Alburni, ebbe la sensazione di entrare in un altro Mondo, un Mondo diverso dove neppure Cristo era arrivato! Dalla stazione di Napoli partiremo in direzione della Basilicata e all’altezza di Eboli (vi ricorda qualcosa?), nel mezzo della piana di Battipaglia, si iniziano a intravedere sullo sfondo le sagome spigolose e imponenti dei Monti Alburni: la porta d’ingresso alla ruralità.

È qui che Carlo Levi ebbe l’ispirazione per il titolo del suo celebre romanzo: “Cristo si è fermato a Eboli”. Dopo quelle montagne si trovò di fronte un mondo arretrato e isolato. Quell’isolamento che per tanti anni ha rappresentato il tallone d’Achille delle regioni del sud ma che ora si sta trasformando in una risorsa inestimabile. Ci ha permesso di resistere alla modernità conservando riti e tradizioni ancestrali, ricette e prodotti agroalimentari genuini, un modo di vivere la quotidianità più rilassato. Siamo ancora lontani dall’essere una destinazione presa d’assalto dal turismo di massa globalizzato, i turisti sono rari e per questo motivo sono, ancora, considerati ospiti.

Con questo viaggio andremo alla scoperta di una regione selvaggia e a tratti sconosciuta. L’itinerario è un anello che parte nella parte Nord-Occidentale della Basilicata, al confine con la Campania, si inoltre nella parte interna dell’Appennino Lucano passando per le Piccole Dolomiti Lucane. Dopo la tappa obbligata alla meravigliosa Matera, patrimonio Unesco e Capitale europea della Cultura nel 2019, andremo a visitare Craco, città fantasma protagonista di innumerevoli successi cinematografici. L’ultima parte è dedicata al Parco Nazionale del Pollino con l’escursione al Giardino degli Dei, uno dei posti più belli d’Italia! Concludiamo con un bagno a mare sulla costa di Maratea, la perla del Tirreno!

La quota comprende
  • Pernottamento in hotel, agriturismo, B&B, in camere doppie con servizi privati;
  • sette giorni in pensione completa con colazioni, cene e light lunch (o pranzi al sacco) inclusi;
  • il cenone di fine anno (bevande incluse);
  • tutti i trasferimenti del viaggio, compreso il trasferimento da e per aeroporto o stazione di Napoli;
  • guide locali per tutte le escursioni del tour;
  • tutte le escursioni notturne e diurne previste nel programma;
  • il biglietto di ingresso a Ponte alla Luna, alle Grotte di Pertosa e a Craco Vecchia;
  • assistenza di Guida Ambientale Escursionistica AIGAE – Four Seasons Natura e Cultura per tutta la durata del viaggio;
  • tutte le tasse di soggiorno.
La quota non comprende
  • Spese di apertura pratica (vedi sotto);
  • i trasporti da e per Napoli;
  • i pranzi del primo e ultimo giorno;
  • quanto non contemplato nella voce “La quota comprende”.

GIORNO 1
ARRIVO ALLA STAZIONE DI NAPOLI – GROTTE DI PERTOSA ED ESCURSIONE NOTTURNA

Ritrovo per tutti i partecipanti alla Stazione di Napoli. Dalla stazione di Napoli ci muoviamo in direzione sud. Pochi chilometri prima di entrare in Basilicata facciamo una sosta per entrare nelle grotte di Pertosa, uniche grotte in Italia dove è possibile navigare un fiume sotterraneo e le uniche in Europa a conservare i resti di un villaggio palafitticolo risalente al II millennio a.C. (durata 2 ore circa)

Dopo la visita alle grotte ci dirigiamo a Brienza per il check-in hotel, dove ci riposeremo un po’ per poi prepararci per la nostra emozionante escursione notturna.

L’escursione si terrà a Sasso di Castalda, a 10 minuti dall’hotel, nel Parco Nazionale Appennino Lucano. Cammineremo di notte nel buio del bosco della Costara fino a raggiungere due radure, una esposta a Nord e l’altra a Sud, dove osservare il cielo stellato in uno dei luoghi con meno inquinamento luminoso d’Italia. Nelle notti di Luna Piena scopriremo la storia di Rocco Petrone, personaggio straordinario di origini di Sasso di Castalda, che ha dato il suo prezioso contributo per una delle più grandi avventure del genere umano. Nelle notti di Luna nuova potremmo avere la possibilità di vedere a occhio nudo una lieve luce nel cielo simile a una nuvola: la via Lattea.

Cena a sacco da consumare durante l’escursione e pernottamento in hotel a Brienza.

GIORNO 2
LA VALLE DEL MELANDRO E CENONE DI CAPODANNO

Dopo colazione ci dirigiamo fin dove la strada è libera dalla neve e da questo punto inizieremo un’escursione. In caso di assenza di neve o poco innevamento potremmo avere l’opportunità di raggiungere la vetta di Monte Arioso a 1710 metri dove poter ammirare un panorama quasi a 360 gradi su tutto l’Appennino meridionale. In caso di forte innevamento l’escursione si terrà a quote più basse all’interno del Parco Nazionale Appennino Lucano.

Dopo l’escursione scendiamo nel paesino di Sasso di Castalda dove consumeremo un light lunch a base di prodotti tipici.

Ritorno in hotel per relax e per prepararci al gran Cenone di Capodanno in hotel a Brienza.

GIORNO 3
IL PONTE ALLA LUNA E LE DOLOMITI LUCANE, I PAESI DI CASTELMEZZANO E PIETRAPERTOSA

In mattinata per iniziare bene l’anno nuovo attraverseremo il Ponte alla Luna, il ponte tibetano più alto d’Italia. Il ponte è una passerella ad assi che si attraversa con facilità e sicurezza grazie agli imbraghi. Bè, non bisogna soffrire di vertigini perché nel punto più alto di cammina a oltre 100 metri dal suolo!

Dopo il pranzo a sacco ci dirigiamo verso le Dolomiti Lucane per andare alla scoperta del percorso delle 7 pietre che collega i paesini, incastonati nella roccia, Castelmezzano e Pietrapertosa. E’ uno di quei posti dove è impossibile fare una brutta foto!

Segue trasferimento presso agriturismo vicino a Matera. Cena e pernottamento.

GIORNO 4
LA PIU’ BELLA DELLE VERGOGNE: MATERA E I SASSI DELLA MURGIA

Giornata dedicata all’esplorazione di una delle città più belle d’Italia, la terza città più antica abitata ininterrottamente del Mondo. Nel 1950, il presidente del consiglio Alcide De Gasperi la dichiarò “vergogna d’Italia” a causa delle condizioni igieniche nelle quali vivevano i cittadini nei quartieri dei Sassi e ne ordinò lo sfollamento.

Il riscatto della città è un esempio mondiale di resilienza: nel 1993 Matera è dichiarata patrimonio Unesco e nel 2019 diventa Capitale europea della Cultura. Dopo aver visitato i Sassi continueremo a camminare dentro la murgia fino a raggiungere dall’altra parte della gravia lo Jazzo Gattino. Nel pomeriggio visiteremo musei e case grotte.

Cena e pernottamento in agriturismo vicino a Matera.

GIORNO 5
DALLA CITTA’ FANTASMA AL POLLINO

A pochi chilometri dall’agriturismo si trova Craco Vecchia, paese abbandonato negli anni ‘60 a causa di una frana. E’ ormai diventata una tappa obbligata per chi visita la Basilicata. E’ immersa in un paesaggio lunare dominato dagli aridi calanchi ed è sempre suggestivo ammirare una città fantasma dove tutto è rimasto identico a 60 anni fa.

Pranzo al sacco e trasferimento nel Parco del Pollino.

Iniziamo a entrare in contatto con il Parco Nazionale più grande d’Europa con un’escursione semplice che parta da piano Ruggio (1500 metri) e ci conduce al Belvedere del Malvento dove avremo la possibilità di ammirare i pini loricati, albero presente solo qui in Italia.

Cena e pernottamento a Bosco Magnano.

GIORNO 6
IL GIARDINO DEGLI DEI, ESCURSIONE AL PARCO DEL POLLINO

Si tratta di un percorso quasi ad anello che ha come meta il Giardino degli Dei nei pressi di Serra di Crispo (2100 metri). Una località di inestimabile valore naturalistico, storico e antropologico. Un posto avvolto dal silenzio dei più grandi boschi d’Italia di faggio e con la presenza dell’eccezionale Pino loricato. Infatti, in questa area del Parco vi sono tra gli esemplari più vetusti, contorti e spettacolari di pino loricato dell’intera area protetta. Tronchi giganteschi, a “pelle” bianca, brillano alla luce del giorno, testimoni del tempo, lento, delle intemperie alle quali sono sottoposti da centinaia di anni. Svolgono il ruolo di testimoni di epoche passate, di ere glaciali e di uomini che per anni hanno trascorso gran parte del loro tempo all’ombra di questi giganti della natura, guardando e difendendo il loro gregge e le loro mandrie di cavalli e vitelli.

GIORNO 7
DAL CRISTO DI MARATEA FINO AL TIRRENO

Dopo una colazione fatta in casa ci spostiamo a Maratea. Andiamo direttamente al Cristo, icona e simbolo della cittadina, una scultura situata sul Monte Biagio a 620 metri a picco sul mare.

Qui inizia l’escursione in discesa che ci conduce alla bellissima Spiaggia Nera per ammirare il mare d’inverno. Adesso possiamo rilassarci in spiaggia e ripensare a tutte le bellissime esperienze fatte nei giorni precedenti.

Cena di fine tour a Trecchina, fra brindisi e ottimo cibo, poi pernottamento in hotel.

GIORNO 8
SALUTI FINALI E ARRIVEDERCI AL PROSSIMO VIAGGIO!

Rilascio delle camere dopo colazione e partenza per la stazione di Napoli, dove arriveremo per le ore 13.00. Saluti finali e rientro alla propria città di provenienza.

SPESE DI APERTURA PRATICA: € 20,00 obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.

INFORMAZIONI GENERALI E ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO
NOTE: la quota è basata sulla sistemazione in doppia (sistemazione in camera singola su richiesta con supplemento).
Per coloro che viaggiando da soli richiedono comunque la sistemazione con altro/a partecipante, sarà assegnata la camera doppia in condivisione. Qualora però, a ridosso della partenza, l’abbinamento non si fosse completato, si procederà all’assegnazione della camera singola con relativo supplemento.

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO VIAGGIO. Non è inclusa nella quota, ma è possibile stipularla con un costo del 5% circa del totale dell’importo assicurato. Richiedi comunque il preventivo effettivo. L’assicurazione potrà essere stipulata esclusivamente al momento della prenotazione del viaggio.

Basilicata, Italia

Chiedi disponibilità

Per qualsiasi informazione puoi chiamare i numeri
+39 06 8530 1758 | +39 335 464 918
oppure compila il modulo sottostante e ti contatteremo al più presto.

Ti potrebbero interessare anche